Visualizza 101–120 di 123 risultati

Ordina per:
  • img-book

    5 di 5
    Se mi odi, non mi ami di: Monica Spatola

    A trentaquattro anni, Clara si sente vecchia. Si occupa della casa, dei gemelli e di sua figlia Bianca, facendo filare sempre tutto bene. Vive a Palermo e non è più riuscita a trovare un lavoro decente da quando sono arrivati i figli. Suo marito Giorgio, la tratta come una donna di servizio, a lei spettano tutte le incombenze familiari. Su questo non si discute.
    Clara non regge più e dopo una seria lite con Giorgio, decide di mollare tutto e scappare via. Afferra i suoi gioielli e sale su per lo stivale, senza lasciare tracce, con la speranza di realizzarsi e di non finire sotto un ponte. Clara cerca di andare fino in fondo, lottando con i sensi di colpa e con la nostalgia per i figli, non
    obbedendo alla sua stessa etica. Potrà una scelta contro ogni morale, rivelarsi quella giusta?
    Un romanzo dai toni freschi, che offre spunti di riflessione sulle incongruenze sociali.
    «Fosse nata uomo, non sarebbe stata attanagliata
    dai sensi di colpa…».

  • img-book

    4.57 di 5
    Segni di un linguaggio diverso di: Nicola Gragnani

    Segni di un linguaggio diverso

    Storia di una iniziazione. Un mondo simbolico archetipico e sconosciuto, quello percepito in immagini mitologiche. Un mondo altro fatto di impulsi, anime e creature, avvertito però come l’essenza del nostro pianeta, in cui l’individuo, pur senza cessare di sentirsi uno e uno solo, percepisce e sa con chiarezza che il tutto che ci circonda (visibile e invisibile) è un Unicum vivente.  Non dunque un libro sull’esoterismo o sulla filosofia, ma un percorso iniziatico attraverso segni di un linguaggio diverso.

    Accanto a me si materializzò un Giaguaro, poderosa massa pelosa, lo sentivo respirare, percepivo il calore del suo corpo…

    Ogni volta, a ogni slancio, a ogni spinta, Sogno dopo Sogno, punto i piedi per resistere, per mantenermi nella mia dimensione ordinaria, ma ogni volta li punto un po’ più tardi, ogni volta la percezione di questa mancanza di dimensioni diventa più netta e resisto nell’ignoto qualche minuto in più.

     

     

     

     

     

     

  • img-book

    4.9 di 5
    Sofia & Sofia di: Maria Teresa Liuzzi

    Sinossi

    Sofia e sua nonna Sofia sono culo e camicia. La nonna è morta già da dieci anni. La nipote continua a sentirne la voce condita di proverbi, colori e dialetti del sud e a chiederle consigli.

    E sì che di consigli Sofia ne ha davvero bisogno. Lavora come fashion stylist. È sottopagata e maltrattata dal suo capo donna. Sta per concludere un affare da due milioni di euro che salta per una serie di equivoci e coincidenze che demoliranno la sua credibilità agli occhi dei clienti, e in amore non è più fortunata.

    Quando Sofia toccherà il fondo, perdendo anche il lavoro, la nonna e il suo amico Nicky saranno gli unici a rimanerle accanto

    Sofia e sua nonna Sofia sono culo e camicia, il fatto è che lo sono anche se la nonna è morta già da dieci anni!

    Estratto

    Penso alla mia gatta Matilda, due chili e mezzo di pelo e ossa e il coraggio di un leone. Sei anni di strada, prima di finire al calduccio nel mio letto, le hanno insegnato che quando ti trovi a combattere con un avversario più grande di te e non hai vie di fuga devi soffiare, fischiare e sfoderare gli artigli.

    Sofia & Sofia

    Dream Style confezioniamo sogni da indossare.

    Dietro uno slogan che funziona, spesso si cela una fregatura. L’ho capito fin dall’asilo, quando la maestra, il primo giorno di scuola, per farmi staccare dalla gamba di mia nonna, mi disse che avremmo giocato e colorato, si era scordata di avvisarmi che il suo gioco preferito era quello del silenzio e che il mio grembiule bianco sarebbe stato la lavagna su cui gli altri bambini avrebbero spiaccicato i colori a cera.

     

  • img-book

    Sognando Kafka trae spunto dal racconto di Jordi Sierra i Fabra La bambola viaggiatrice. In quest’opera Kafka, che vive a Berlino, davanti al pianto di una bambina che ha perso la sua bambola, dice d’essere il postino delle bambole e ogni giorno porta alla bambina una lettera della bambola.

    Nel mio lavoro, in cui sono presenti elementi surreali e reali siamo ai nostri giorni e  la bambina, ormai molto anziana, saputo che Kafka è in giro per l’Europa insieme a Dora Diamant, va alla sua ricerca per sapere di più sulla bambola. In questa ricerca la donna è aiutata da un germanista che vive a Venezia e da una ragazza praghese.

    La storia è ambientata in alcune città italiane ed europee ed in alcune di loro l’incontro potrebbe essere possibile.


    Sognando Kafka di: Filadelfio Giuliano

    Sognando Kafka trae spunto dal racconto di Jordi Sierra i Fabra La bambola viaggiatrice. In quest’opera Kafka, che vive a Berlino, davanti al pianto di una bambina che ha perso la sua bambola, dice d’essere il postino delle bambole e ogni giorno porta alla bambina una lettera della bambola.

    Nel mio lavoro, in cui sono presenti elementi surreali e reali siamo ai nostri giorni e  la bambina, ormai molto anziana, saputo che Kafka è in giro per l’Europa insieme a Dora Diamant, va alla sua ricerca per sapere di più sulla bambola. In questa ricerca la donna è aiutata da un germanista che vive a Venezia e da una ragazza praghese.

    La storia è ambientata in alcune città italiane ed europee ed in alcune di loro l’incontro potrebbe essere possibile.

  • img-book

    5 di 5
    Speriamo d’andà da Fazio di: Carlo Bolli, Lorenzo Castellano,

    Un romanzo di Carlo Bolli&Lorenzo Castellano

    Speriamo d’andà da Fazio.

    Edoardo e Francesco sono due maturi e navigati professionisti del mondo dello spettacolo, due grandi amici. S’incontrano spesso in una piccola libreria, “Tra le righe”, dove con ironia fanno il punto sulle loro vite e si piangono addosso sul lavoro che c’è sempre meno. Qui incontrano una vistosa gallerista d’arte, Agata. Ricevono dalla donna l’incarico di realizzare un documentario sulle opere di un giovane pittore, Cristiano. Edoardo vive un’inaspettata quanto intensa storia d’amore di una notte con Agata. Decide di non informare Francesco che, venuto a sapere casualmente della cosa si sente tradito dall’amico. Edoardo lascia definitivamente la sua giovane compagna Grazia. Con l’aiuto di sua figlia si riavvicina alla ex moglie che non ha mai dimenticato, Sara.

    Nelle chiacchierate dei due protagonisti nasce l’idea di scrivere un libro, un romanzo col quale riscattarsi da tante delusioni professionali. Iniziano così a informarsi sui meccanismi editoriali scoprendo che per avere successo sembra imprescindibile un passaggio televisivo da Fabio Fazio.

    ESTRATTO

    Io ed Edoardo, pur essendo grandi amici, siamo diversi in molte cose. Lui romanista e io laziale, lui di sinistra sinistra e io politicamente ondivago, lui con una vita sentimentale in continua evoluzione, io amante delle grandi certezze, lui sempre alla ricerca dei sensi profondi della vita e io fatalista: all’insegna del godiamoci l’oggi che poi domani si vedrà. Una cosa, però, abbiamo sempre condiviso senza compromessi o sfumature: la passione per i libri. Non è un caso che il luogo preferito per i nostri incontri sia una libreria.

    È noto che le relazioni rispondono alle leggi della botanica, se non si curano appassiscono e poi muoiono.

  • img-book

    Mauro è l’addetto smaltimento rifiuti organici della San Gerolamo, rinomata clinica di chirurgia estetica del nord Italia. Un giorno ha l’idea che può farlo diventare ricco: produrre salamelle di carne umana con gli scarti di carne e grasso, che la San Gerolamo deve smaltire dopo gli interventi. Assieme al cognato Angelo e alla sorella Silvana, titolari della storica macelleria Rebecchi ora però con pochi clienti, Mauro realizza la sua idea. Incredibilmente, la macelleria Rebecchi torna agli antichi splendori: le Saluman, le salsicce di carne umana, sono un successo. Tanto da attirare in pochi mesi l’interesse della Multibon, potente multinazionale alimentare, disposta a spendere un’ingente cifra per impadronirsi dell’idea. Attorno intanto, si intrecciano le storie degli abbienti pazienti della San Gerolamo, molti costretti a confrontarsi con la crisi, una vera liposuzione sociale. E alla lunga l’idea di Mauro deve misurarsi con le leggi di mercato e il cinismo di questo periodo storico.


    Storie di carne umana in salsa barbecue di: Riccardo Walchhutter

    Mauro è l’addetto smaltimento rifiuti organici della San Gerolamo, rinomata clinica di chirurgia estetica del nord Italia. Un giorno ha l’idea che può farlo diventare ricco: produrre salamelle di carne umana con gli scarti di carne e grasso, che la San Gerolamo deve smaltire dopo gli interventi. Assieme al cognato Angelo e alla sorella Silvana, titolari della storica macelleria Rebecchi ora però con pochi clienti, Mauro realizza la sua idea. Incredibilmente, la macelleria Rebecchi torna agli antichi splendori: le Saluman, le salsicce di carne umana, sono un successo. Tanto da attirare in pochi mesi l’interesse della Multibon, potente multinazionale alimentare, disposta a spendere un’ingente cifra per impadronirsi dell’idea. Attorno intanto, si intrecciano le storie degli abbienti pazienti della San Gerolamo, molti costretti a confrontarsi con la crisi, una vera liposuzione sociale. E alla lunga l’idea di Mauro deve misurarsi con le leggi di mercato e il cinismo di questo periodo storico.

     

  • img-book

    Storie e leggende di donne di: Edmondo Vittoria

    Un po’ saggio, un  po’ biografia, un po’ leggenda.

    Questo libro tratta solo di donne. Storie e leggende di donne tratteggia sedici figure femminili: belle, determinate, colte, filantrope, ammaliatrici, assassine, sante, divinatrici, innocenti. Personaggi diversi. Tutti accomunati da una personalità forte e volitiva che non si ferma mai alla superficie, ma che è disposta anche all’estremo sacrificio.

    Quando il serpente tentò Eva non fu un caso: questa aveva un fascino e una personalità molto più stimolanti di quella di Adamo.

    La divinazione è stata un’esigenza primaria delle popolazioni primitive.  Gettava un ponte sul futuro. Aiutava a dissipare l’incertezza dell’ignoto. Accattivava il favore degli dei. Aiutava l’individuo a dare un senso alla propria vita.

  • img-book

    Stupidi pesci di: Laura Girolami

    Ventisei anni, cameriera in una bettola, “involontaria” studentessa di Scienze Biologiche, appassionata bevitrice di birra (al bancone darebbe del filo da torcere a un pescatore irlandese) e perennemente affamata, Nina passa le sue giornate tra sfigatissime creature marine e altrettanto sfigati esemplari di un’umanità precaria e costantemente sull’orlo di una crisi di nervi, alle prese con umilianti debacle sentimentali, sogliole parlanti, feticisti dell’ascella e feroci attacchi bulimici. Disincantata, irrequieta, irrimediabilmente asociale, Nina non risparmia a nessuno le sue stoccate dissacranti e la sua caustica ironia è il marchio di fabbrica della sua catastrofica e beffarda visione di un mondo in cui si sente molto più a suo agio come spettatrice. Una settimana nella sua vita e nella sua testa, dentro il flusso costante dei suoi pensieri e dei suoi improbabili dialoghi immaginari, sempre in bilico sulla realtà.

  • img-book

    Sulla stupidità umana di: Federico Zucchelli

    La stupidità è un male a cui nessuno sembra voglia o possa porre rimedio. Anche gli scrittori hanno affrontato questo tema in modo tiepido, con molti aforismi e poche ponderate analisi. La stupidità appare come un mostro dai mille volti che incute un timore irrazionale. Perché?
    In questo saggio si è provato a rispondere ad alcuni interrogativi insoluti in materia di stupidità. Ma ci si è spinti anche oltre: si è provato a misurarla o almeno a fornire alcuni strumenti per poterlo fare, elaborando quello che si è chiamato “quoziente di saggezza”. Oggi la stupidità dilaga e condiziona le nostre vite, ma vi è un pericolo ancora maggiore, quello della “soluzione finale”, che rischia di attuarsi con il passaggio dall’intelligenza umana all’intelligenza artificiale.
    Prima che questo avvenga e sia troppo tardi, sarà utile leggersi le pagine di questo libro che ha la pretesa di convincerci solo di una cosa: il destino è ancora nelle nostre mani.

  • img-book

    Tutto all’improvviso è immobile di: Stefano Iucci

    “Tutto all’improvviso è immobile” raccoglie in volume quattro anni di produzione poetica di Stefano Iucci. Si tratta di un percorso di poesia familiare che affonda le proprie radici in una tradizione italiana di poesia colloquiale e narrativa, con suggestioni provenienti anche dal Nordamerica, a cominciare da Raymond Carver. Dalla “famiglia” alla “storia” questi versi ambiscono a raccontare la realtà nella sua pienezza di significato a partire dai suoi aspetti più minuti, che non sono mai irrilevanti. Da qui una dimensione di “eticità” che non è moralismo, ma si risolve nell’idea che tutto ciò che abbiamo intorno ha un suo significato. Non si tratta, naturalmente, di un rapporto pacificato con la realtà e le persone che la compongono perché tutto è soggetto a mutamento e può risolversi in ogni momento in abbandono e dolore. La poesia può solo fissare un attimo, un bagliore e cogliere in questa sospensione del fluire un qualche significato che però è destinato a mutare. Solo quando “tutto all’improvviso è immobile”, dunque, la poesia può intervenire per cercare di dare un senso. Ma solo per quell’attimo “improvviso” e destinato subito a rimettersi in moto.

  • img-book

    Un affresco in nero di: Franz Krauspenhaar

    Il romanzo è una sorta di affresco caravaggesco nel quale un famoso pittore contemporaneo, un Francis Bacon italiano, mentre sta per morire di un male incurabile racconta a una sua giovane assistente tutta la sua vita, dalla nascita nelle campagne lombarde durante la guerra, passando per il dopoguerra, gli anni del boom e gli altri decenni, sempre trascorsi a Milano.
    Il romanzo dipinge un’anima contraddittoria e dannata che racconta se stesso con sullo sfondo questo “affresco in nero”, perché proprio come un affresco corrusco si presenta al lettore, pieno di fatti del costume e della storia del nostro paese.
    Un diario delle ambizioni e delle sofferenze di un artista riconosciuto ma sempre in precario equilibrio, una coscienza vigile, civile ma anche un cuore interrotto, in inverno, incapace di amare per troppo amore del bello e del vizio, che ne è il naturale contraltare.
    Un romanzo densissimo e radicale, dove l’autore ha deciso di dire tutto, passando attraverso le stragi, la politica, il sesso, l’ambizione sfrenata.

    Un grande romanzo storico sulla contemporaneità, sull’Italia, sui grandi fatti e misfatti, un affresco “in nero”, di settant’anni di storia italiana raccontati da un artista con piglio balzachiano.

  • img-book

    Un amore di città di: Antonella Ferrari

    Rapasodi, nome di fantasia, non si trova né a nord né a sud, la regione non è specificata appunto perché l’Italia è permeata da queste realtà – capoluoghi di provincia – ma più chiuse e curiose di un paesino di poche anime. Nella prima parte del romanzo regna la cattiveria, declinata in ogni sua forma: invidia, risentimento calunnia, corruzione, descritti senza sconti e  narrati con crudezza, senza pietà.  I peccati cinicamente messi in luce con un linguaggio avanguardista.

    L’uomo uccide ruba si vende per il denaro: la più diffusa religione del mondo.

  • img-book

    Un colpo al cuore di: Margherita Frau

    Un colpo al cuore.

    L’unico sport al mondo in cui si attacca indietreggiando. Il colpo al cuore è un trattato antropologico che attraversa la psicologia, vite ed esperienze vissute di grandi pugili. L’autrice è una giovane scrittrice che ha sperimentato e fortemente amato l’arte della boxe. Vite violente sono quelle dei pugili; ma i pugili in quanto tali sono violenti? La domanda non è indiscreta mentre potrebbe esserlo la risposta.

    ESTRATTO

    Quello che rende un pugile diverso da qualunque altro individuo è la consapevolezza che si porta dentro ogni giorno della sua vita: è sempre pronto a difendersi e ad attaccare. Ma se nella vita di tutti i giorni una buona parte è giocata dal caso, sul ring invece ogni azione ha una conseguenza e nulla si muove senza un passo di uno dei due, a cui seguirà una risposta e un’altra ancora.

    Ciascun pugile sa cos’è la paura e l’importanza sacrosanta nel mantenerla sempre viva. Come quando si attraversa la strada e si ha paura di essere investiti. È quella paura che diminuisce il rischio di esser presi da una macchina. La precauzione di assicurarsi che nessuno stia correndo in quel momento. Ma nonostante ciò, ciascun pugile ha un riscatto da pagare, e per quanto metta in conto quel fatidico colpo che lo metterà k.o., deve per forza di cose puntare tutto quello che ha su sé stesso, perché una sconfitta non sarà mai solo una sconfitta ma un’altra parte della sua vita che se ne va.

    STRILLO

    Mike Tyson ha scritto una pagina importante della storia americana.

  • img-book

    Un quieto amore di: Rosario Vitale

    Rosario ha subito un trauma, è ormai incapace di continuare la propria vita quotidiana; intraprende un viaggio, a piedi, lungo una strada provinciale. Giunto in un paesino la sua attenzione viene attirata da una figura bizzarra, una donna, muta, che vive barattando i prodotti del suo orto in cambio di altri beni di prima necessità.
    Il suo unico mezzo di trasporto è un mulo, non fa mai uso di denaro, vive in campagna.
    Questa donna tanto misteriosa e anacronistica esercita un fascino irresistibile sulla mente scossa di Rosario; anche lei è incuriosita da lui, gli consente di seguirla fino a casa, che è priva di elettricità e di acqua corrente, gli mostra la sua vita quotidiana, fatta solo di duro lavoro.
    Inizia una convivenza insolita, una convivenza che è soprattutto condivisione della fatica, nasce un sincero affetto, ma Laura è restia a intraprendere una vera e propria relazione di coppia, pur gradendo l’affetto e le attenzioni di Rosario. Ella cela in sé un terribile segreto.

    «Certo che ti amo, se tu me lo permetti».
    «Non devi chiedermi il permesso per farmi felice».

  • img-book

    Un’altra vita di: Tiziana Russo

    Pierpaolo Malaspina, giudice milanese, lavora in Sicilia su cause perditempo. L’ultima riguarda l’attribuzione di paternità di un imprenditore deceduto. Tutti i CTU hanno rifiutato, tranne la dottoressa Chiara Brigandì, alla sua prima consulenza. Chiara contatta spesso Pierpaolo, che la considera una piaga, un’imbranata. Una sera, per lavoro, i due si incontrano e il giudice si accorge che Chiara non è affatto una scocciatura.

  • img-book

    Una scusa per uccidere di: Andrea Bizzarri

    Non è facile fare il poliziotto. Non lo è in una città che non è la tua. Non lo è soprattutto se sei una donna che viene strappata all’affetto della tua famiglia per qualcosa di cui non sei responsabile. Clau-dia Facoltà lo sa. Ma sa che deve fare il suo lavoro.
    In una Milano avvolta dalla nebbia e dal gelo un ispettore di Polizia, da un apparentemente semplice indagine intorno a una ricca eredità, si troverà coinvolta in un complicato caso di delitti seriali che la porterà alla scoperta di un’amara verità. Una verità che cambierà per sempre la sua esistenza.

  • img-book

    Unspoken di: Giulia Savarelli

    È una mattina come tante, Cosenza si prepara ad accogliere i primi raggi di sole e assieme ad essi, tutte le storie e i segreti che ogni passante porta con sé. È proprio qui che quattro ragazzi si incontrano e imparano a conoscersi, nel bel mezzo di una realtà esasperata che corrompe e capovolge l’intero concetto di carattere e di identità. Virgo e Olimpia, infatti, dovrebbero essere fratelli, ma il loro comportamento perennemente ambiguo tradisce numerose verità celate; forse è proprio per questo che Elisa e Matteo, colleghi universitari legati da una forte amicizia, lasciano che i due ragazzi stravolgano in un istante la loro vita, cedendo al loro essere ammalianti e persuasivi, confondendo il puro sentimento amoroso con la più torbida ossessione.

  • img-book

    Uomini fuori posto di: Attilio Folegatti

    Uomini fuori posto affronta il tema della compulsione sessuale attraverso il racconto in prima persona del protagonista, Max. L’attenzione si concentra sulla Web Sex Addiction, una dipendenza dal sesso virtuale con conseguente pratica masturbatoria ossessiva, che deteriora i rapporti sociali e mina l’autostima. Attorno al protagonista si muove un universo autarchico e disordinato, popolato da personaggi border-line e da una papera, Dulcinea, che si dimostrerà essere il vero collante del gruppo.

  • img-book

    Uomini siate e non pecore matte di: Nomask Cesarscoin

    Le Bibbie, nonna e mamma dei testi sacri, la storia e le culture ci parlano per farci riflettere, ma molti preferiscono vivere istintivamente, in assenza di pensiero per dar forma esclusivamente alle proprie pulsioni, comportandosi come degli animali privi di ragione.
    La vita progredisce. Anche la Storia, la Religione evolvono, ma senza modificare la propria essenza. Ognuna di esse ha una propria identità anche se in forme diverse. Nessuno cambia la verità. La verità non cambia, ma si sviluppa.

  • img-book

    Vita acida di: Alessandro Di Cavio

    Le pagine di questo libro sono impregnate di un inchiostro nero, denso, pesante che straborda e trasporta rivoli di parole, che gridano alla vita il loro divenire, saturando i graffi che proprio la vita fa dentro e fuori all’uomo che si racconta in un viaggio di ventisette anni, intrapreso più per necessità che per il gusto di viaggiare. È un viaggio percorso su dei binari: da una parte c’è l’istinto, dall’altra parte la razionalità. Queste due percezioni sono una di fronte all’altra, si confrontano e, come in un gioco di specchi, riflettono la loro diversità fino a diventare un’unica cosa, perdendosi nei contorni sfumati dalla realtà, che gioca senza dichiarare prima di iniziare le regole stesse del gioco. Questa vicenda è raccontata in un divenire introspettivo, in una metamorfosi temporale del protagonista, arricchita da riflessioni personali dell’autore. La storia si sviluppa in tre periodi di vita diversi tra loro, ma correlati. Inizia in una periferia di Roma nella metà degli anni ‘60 e continua girovagando tra i quartieri bene della città e il litorale romano fino ai primi anni ‘80, passando dall’adolescenza turbolenta in una periferia difficile, per arrivare all’intervallo della vita militare. La seconda stagione ha inizio con il primo viaggio vero fuori dall’Italia accompagnato dalla sua Guzzi tra Francia, Spagna, Portogallo e Marocco: profondamente cambiato dal viaggio, il protagonista decide di trasferire la sua vita in una città cosmopolita degli anni ‘80 come Londra. La terza ed ultima stagione, dal 1984 al 1987, inizia con il suo incontro con Tiberio, una persona che lo cambierà radicalmente, e si concluderà con la partenza per l’India: spinto da una ritrovata fiducia nella vita, alla ricerca di una serenità spirituale che lo renda consapevole e complice del suo vivere. In tutta questa vicenda non ci sono computer e cellulari, ma libri, fumo, acidi, anfetamine, pensieri, eugenetica, guerra ambientale e altro.