Visualizza 61–80 di 177 risultati

Ordina per:
  • img-book

    Il cuoco di: Andrea Ferrari

    Un libro autobiografico, la narrazione di una vita d’amore vissuta nella malattia, dall’infanzia a oggi. Il lettore, quasi prendendolo per mano, accompagna il piccolo “Uccio” nel suo viaggio di crescita: dalle marachelle ai capricci, dalla malattia all’amore. Fino alla realizzazione professionale. Un libro che diverte, emoziona e dà speranza.

  • img-book

    Il dipinto di Rolli di: Serafino Ettore Manias

    L’apparizione in mondovisione di Gesù Cristo durante la Messa della vigilia, getta nel caos più totale il mondo intero. In soli sei giorni eventi miracolosi sconvolgenti, costringeranno la Chiesa Cattolica a cambiare strada e raccontare finalmente la verità sulla natura del culto, partendo proprio dal libro sacro da cui proviene tutto: La Bibbia.

  • img-book

    Il duello di: Anna Lisa Del Carlo

    Bagni di Lucca, 1841
    Durante la festa al Club organizzata dai coniugi Stisted per finanziare la costruzione del nuovo cimite-ro anglicano, l’ennesimo litigio tra l’affascinante e imbroglione William Crook, protetto del duca Car-lo Ludovico e il banchiere Edward Plander, si conclude con una sfida a duello. Ma il duello si tra-sformerà in un misterioso omicidio. L’abile tenente Bedini sarà impegnato a capire chi, tra tanti illustri sospetti, sia l’assassino. Una storia appassionante, ispirata a fatti realmente accaduti, ambientata nell’incantevole cornice della piccola località termale toscana.

  • img-book

    Il Femminino e la sua voce di: Antonella Lucchini

    Poesie del femminino, nell’accezione goethiana di femminilità nella sua essenza (das Ewigweibliche), eterna, sacra e bestiale.
    Una donna che dialoga con la donna dentro sé, che si pone domande, e le pone a un “tu” ossessivamente presente, bersaglio e ascoltatore. Una poetessa irrequieta, complessa, che trascrive ogni rigurgito di inconscio, con una cifra di scrittura, per questo, onirica, quindi simbolica. Le poesie sono sculture, sono tattili e visibili, riportano spesso alle parti del corpo (mani, dita, gambe), perché il corpo è il grande protagonista, nelle poesie erotiche come in quelle intimiste, fino a diventare tomba, nelle poesie dedicate al femminicidio e alla guerra. Tutto è reso con un linguaggio semplice, all’apparenza: la non unidimensionalità della parola scelta, gli accostamenti lessicali e le metafore evocative, ci restituiscono una formazione ermetica, che rende la parola al massimo della sua potenza e del suo significato, sfondandone e rivelandone anche la parte più segreta. La cura quasi maniacale della chiusa di ciascun testo è testamento, lascito, eco, di una voce che scuote e che rimane.

  • img-book

    Il galateo del carrierista di: Bettina Todisco

    Ventuno storie ambientate in un’azienda italiana, senza nome e senza identità, ma archetipo universale di malcostume. Un’azienda dove l’idea di competenza coincide con quella di casta, dove gli emarginati lo sono non per mancanza di conoscenza, ma di conoscenze.
    La voce narrante, Libero Scrittore, è il delatore a cui spetta il compito di tirare le fila, storia dopo storia, svelandoci a cosa è disposto l’essere umano pur di salire i gradini della piramide aziendale.
    Il libro è dedicato allo scrittore Giorgio Voghera (testimone di spessore della cultura triestina del Novecento), grazie alla scoperta della grande attualità del suo Come far carriera nelle grandi amministrazioni, pubblicato nel 1959 con lo pseudonimo di Libero Poverelli.

  • img-book

    Il gigante di gesso di: Massimo Drago

    Uno dei maggiori drammi della storia di Roma antica – la battaglia di Teutoburgo – fa da sfondo e si intreccia con la vicenda personale di un giovane avvocato italico, inviato controvoglia a perfezionare la sua arte presso Publio Quintilio Varo.
    Il giovane sarà chiamato a compiere un’investigazione per l’esercito sulla strana uccisione di un fornitore di derrate. Nel corso dell’indagine, perderà molte delle sue certezze, ma scoprirà il valore del mondo culturale in cui è nato: mondo minacciato dalla barbarie esterna, il cui simbolo iconico è proprio la terribile Foresta Nera, che permea di paura ogni recesso, inclusi quelli della mente.

  • img-book

    Il gioco di Alice di: Claudia Notarrigo

    Alice è una ragazzina dalla fantasia immaginifica, che vive in un suo personale universo immaginario. Attraverso il suo dialogo interiore ci racconta cosa le successe dopo che un giorno, dentro una botola, videquello che le sembrò un piede. Convinta che nella botola ci sia il cadavere di una ragazza scomparsa recentemente e che il custode della scuola, uomo terribile e alcolizzato, sia coinvolto, inizia ad indagare. Il coraggio non le manca, ma quando verranno ritrovati sepolti nei pressi di un fiume alcuni sacchi contenenti resti umani e gli inquirenti ipotizzeranno l’azione di un serial killer, capisce che il gioco è diventato più grande di lei. Vorrebbe gettare la spugna, ci prova, ma non ci riesce e…

  • img-book



    5 di 5
    Il giro lento del sole di: Anna Maria Benone

    Una storia d’amore.

    Antonia ha finalmente realizzato il suo sogno: avere una famiglia. Si sente felice come amante, come moglie, come madre quando…
    Una toccante storia quella di Antonia, Massimo, Mattia e Andrea che attraverso un ben costruito percorso arricchito da eventi inattesi, trova un ritmo teso e appassionante per raccontare l’amore, le attese, i sospesi, l’inferno e il paradiso della vita. Un romanzo profondo quello di Anna Maria Benone che pone lo sguardo sul gioco del destino che, rimescolando le carte del tempo, tutto può. Il giro lento del sole, nulla è per caso, tutto si evolve e si trasforma.

    …è arrivato il momento di dire tutto ciò che ho tenuto dentro per anni.

    Il comportamento di Mattia fa pensare all’ADHD, ma potrebbe esserci altro, qualcosa di più grave. Anche con me ha avuto questi comportamenti. Non ho voluto vedere. Ora, voglio vedere e voglio che tu veda con me. Ho preso degli appuntamenti. È giunto il momento».

    Antonia ascoltò attentamente. Si fidava di Maria. Era come una madre per lei. Antonia si sentiva schiacciata, ma scoprì dentro di sé la potenza dell’amore di una madre e la speranza che presto qualcosa sarebbe cambiato.

    Non poteva permettere che il suo sogno realizzato venisse infranto. I giorni trascorrevano, con essi i mesi. Il Natale quell’anno fu privo di gioia. Nemmeno un dono a Mattia da parte di suo padre. Il giro lento del sole.

    Antonia era al limite e la solitudine iniziò a corrompere i suoi pensieri. Era sola anche se con un marito. Si chiuse nella sua isola felice, la camera oscura.

    Sviluppò una serie di rullini fotografici che aveva accuratamente conservato. Non sapeva cosa avrebbe trovato dentro, erano passati diversi anni dagli scatti. Si mise a produrre, aveva bisogno di sentirsi viva. Sviluppò più di trecento foto. Luci, ombre, angoli sfumati.Le ritagliò e le appese tappezzando l’intera camera. Sorrise e i suoi occhi si riempirono di luce. Guardando le foto si lasciò pervadere da qualcosa, un ricordo. Sbucò timidamente una vecchia foto: Andrea.

    La prese in mano e amaramente sorrise.

  • img-book

    Improvvisamente, chi direttamente e chi indirettamente, a causa di un incidente automobilistico: il geometra Dino Ciattino, l’architetto Emanuela Maria Leva e Barbara Pistagna, moglie dell’imprenditore Benedetto Dalprete, persone benestanti con qualche problema famigliare, sono costretti sulla sedia a rotelle. Fin dalla loro prima uscita dopo la convalescenza in compagnia delle loro badanti, sono catapultati in un mondo al limite dell’inverosimile. Il caso vuole che i tre vengano subito a contatto tra di loro, ignorando di essere le vittime di quello stesso incidente. Subito dopo fanno la conoscenza di Gaetano Bresci e Felice Orsini, sulla sedia a rotelle da parecchi anni, ma provenienti da uno status sociale più umile. Parlando tra di loro, le persone meno abbienti mettono in evidenza le loro difficoltà nell’ottenere i benefici di cui avrebbero diritto a causa di una burocrazia incredibilmente sorda, mentre i più fortunati economicamente affermano di non aver avuto nessun problema.


    Il mondo degli invisibili di: Antonio Di Pietro

    Improvvisamente, chi direttamente e chi indirettamente, a causa di un incidente automobilistico: il geometra Dino Ciattino, l’architetto Emanuela Maria Leva e Barbara Pistagna, moglie dell’imprenditore Benedetto Dalprete, persone benestanti con qualche problema famigliare, sono costretti sulla sedia a rotelle. Fin dalla loro prima uscita dopo la convalescenza in compagnia delle loro badanti, sono catapultati in un mondo al limite dell’inverosimile. Il caso vuole che i tre vengano subito a contatto tra di loro, ignorando di essere le vittime di quello stesso incidente. Subito dopo fanno la conoscenza di Gaetano Bresci e Felice Orsini, sulla sedia a rotelle da parecchi anni, ma provenienti da uno status sociale più umile. Parlando tra di loro, le persone meno abbienti mettono in evidenza le loro difficoltà nell’ottenere i benefici di cui avrebbero diritto a causa di una burocrazia incredibilmente sorda, mentre i più fortunati economicamente affermano di non aver avuto nessun problema.

     

    …quando il destino dietro l’angolo non guarda in faccia a nessuno.

  • img-book

    5 di 5
    Il paradosso della Luna di: Gianluca Wayne Palazzo

    La Luna si allontana, lo sapevate? La gravità la attira verso la Terra, ma insieme dilata la sua orbita e la spinge via lontano nell’universo. È un paradosso crudele, proprio come la storia d’amore fra un malinconico insegnante di liceo e Valentina, una giovane ricercatrice universitaria. Diversi in tutto, per ventotto giorni nel corso di un anno i due ruotano tra avvicinamenti e fughe, pace e irrequietudine – lui in cerca di un significato profondo nell’amore, lei che rivendica di non aver mai baciato un uomo ad occhi chiusi. Si perdono, vivono altre storie, ma continuano a ritrovarsi lungo orbite incomprensibili. E ogni volta proprio ciò che li avvicina li costringe a separarsi di nuovo. Fino all’ultimo bacio, quando Valentina chiude gli occhi, all’improvviso. Un intero anno per un singolo istante di felicità assoluta…
    Ma il punto di massimo avvicinamento coincide con quello di assoluta distanza. E così come la Terra con la Luna, quello che li attrae è anche quello che li separerà per sempre.

    «Perché ormai era evidente che fra lei e la felicità, avrei sempre scelto lei».

  • img-book

    Il pesce rosso di: Anna Belozorovitch

    E il pesce rosso senza quello sguardo giallo

    diventa tutto un grande cuore rosso

    pulsa e si stringe e si infrange, solo;

    piange invisibile nell’acqua.

     

     

    La rosa di Gerico accanto al mio letto

    si schiude di nuovo. L’ho annaffiata. Sei stato qui.

  • img-book

    Il piano cartesiano dell’amore di: Ester Arena

    Secondogenito non voluto, il protagonista vive un rapporto difficile con la famiglia anche a causa della sua passione per la matematica. Abbandonata la casa paterna, trova l’affetto familiare che gli è mancato nei suoi nuovi vicini e nella loro figlia. La prima volta che la vede, Anna ha solo quattro anni e l’amore che nasce, e cresce nel tempo, è caratterizzato dallo sforzo doloroso del protagonista di non lasciarsi sopraffare dall’istinto bestiale.

  • img-book

    Il piccolo sonno di: Erica Boffi

    Il Piccolo Sonno, (di vita di morte) è una cura sperimentale alla disoccupazione cronica dilagante. Prevede la messa in stand-by, attraverso periodi di sonno indotto, di chi ha perso il lavoro, in attesa di un nuovo impiego. Una soluzione eticamente discutibile ma in grado di garantire la pacificazione sociale e l’utilizzo di postazioni robotiche, in molte attività. La narrazione segue contemporaneamente due percorsi: quello rarefatto del potere politico e quello più personale e quotidiano dei personaggi coinvolti, in vari modi e misure, nella terapia del Piccolo Sonno.

    Il romanzo immagina un futuro molto vicino in cui si possono facilmente riconoscere meccanismi del nostro presente e del nostro passato.

    Strillo

    «E se quelli che non trovano più lavoro fossero messi a dormire?».

    Estratto

    «Tu ritieni che il mondo sia qui e adesso, e in questo senso è importante il piccolo sonno. Lo consideri una grave ingiustizia nei confronti dei più deboli e ti opponi. Io invece penso che il mondo sia altrove e nel futuro. Vedo il piccolo sonno come un avvenimento di un cammino. Non serve dare giudizi morali, ma serve invece strumentalizzare gli avvenimenti e utilizzarli per il progetto di un futuro radicalmente diverso. Ragion per cui esiliamo le vittime del presente che preferiscono barattare libertà per sicurezza. Cosa c’è di più sicuro del sonno, di un esilio onirico temporaneo?».

    Come annunciato, Spagna, Grecia, Gran Bretagna hanno già adottato la terapia del piccolo sonno. In via sperimentale, con tipologie simili e nomi diversi. Informazione sui primi risultati ridotta al minimo, con la scusa di non prevaricare la libertà dei singoli stati della Federazione. Fare e non dire, lasciando trapelare, senza smentire. Al parlamento europeo se ne potrà parlare solo quando la totalità degli stati che hanno aderito all’iniziativa avrà terminato le sperimentazioni.

     

  • img-book

    Il Ponte Oscuro dell’Anima di: Marcello A. Iori

    Nessuno sembra chiedersi mai in che luogo del mondo abbia avuto inizio il male, tranne i fratelli Cavendish. Reduci di due guerre mondiali, diretti alle valli fredde del nord, in Norvegia, ne cercano l’origine, la sua sede, la dimora. Esistono luoghi silenziosi dove le persone scompaiono, si smarriscono, anfratti dove le anime sono cibo per entità oscure. I fratelli raggiungono Val, una residenza nera ai confini del mondo. Lì, un passaggio segreto, una breccia aperta durante le due guerre ha liberato il male assoluto. Ma quella che sembra essere solo una lugubre esplorazione nell’ignoto, si rivelerà una destinazione senza ritorno: esistono cose peggiori della morte.

  • img-book

    Il primo caso dell’ispettore Morandi di: Domenico Maio

    Morandi, giovane e sveglio ispettore di polizia si ritrova, inconsapevolmente, ad iniziare un’indagine sotto copertura su un giro di studenti universitari dediti ad ogni vizio. Svelerà, con la sua operazione, una realtà in cui il confine fra lecito e illecito è sempre più sottile e i soggetti coinvolti, vivono con disinvoltura in una “terra di mezzo”. Intoccabili. Come però purtroppo accade in questi casi, fin dai tempi di Solone, la giustizia sarà come una tela di ragno. Tratterrà gli insetti piccoli, mentre i grandi la trafiggeranno e resteranno liberi. Subirà una pena anche Morandi, “reo” di aver cercato di smentire e contraddire con la sua grinta di giovane sbirro, l’amara saggezza del filosofo greco. Si ritroverà trasferito in una cittadina del profondo sud. Qui, un orologio di lusso, parte della refurtiva sequestrata a due criminali, riporterà in Morandi, la carica e la determinazione di ritornare fra l’elite degli investigatori, risolvendo un intricato caso d’omicidio.

  • img-book

    Il sacro catino di: Alba Ligorio

    Il romanzo è la seconda gioconda avventura di Uberto degli Omeri (già protagonista del precedente romanzo L’immemore errante) e del compagno Olfrenio che, in viaggio alla ricerca delle origini del Sacro Catino, in Terra Santa, avranno modo di imbattersi in stravaganti, eccentrici e spassosi personaggi con cui andranno alla scoperta dei luoghi da cui proviene l’antica reliquia.

  • img-book

    Il sindaco barbone di: Bruno Previtali

    Il libro narra la parabola discendente di un sindaco, Brasco, che sprofonda nel baratro della corruzione e dell’illegalità, sopraffatto da un delirio di onnipotenza e intrappolato nella rete seduttiva di una bellissima donna, disposta a tutto per ottenere quello che vuole. Una volta venuti alla luce i suoi illeciti, scoprirà l’altra faccia del potere, quella che non perdona i perdenti e che condanna alla damnatio memoriae gli sconfitti. Brasco percorrerà un passo alla volta la strada dell’autodistruzione, trovando un lampo di umanità e di comprensione solo tra chi vive ai margini della società.

  • img-book

    Il sogno di Emma di: Roberta De Polo

    Il racconto è ambientato nella Milano degli anni cinquanta. Emma è una giovane donna che lavora con impegno ed entusiasmo, per raggiungere il suo obiettivo. Lungo il suo percorso, incontrerà l’amore e da quel momento la sua vita cambierà. Si apriranno per lei, orizzonti inesplorati. Dovrà affrontare imprevisti, difficoltà e pregiudizi, ma nulla la scoraggerà. Emma è forte e determinata, ma non è disposta a sacrificare tutto. Gli affetti sono la sua priorità. Alla fine, lei stessa si e ci sorprenderà.

  • img-book

    Il vecchio di: Marco Acciavatti

    Un povero vecchio vive in solitudine consumato dal dolore per gli affetti perduti e dal rimorso per gli errori fatti. Conduce la sua esistenza chiuso in se stesso attendendo, anzi quasi desiderando, la fine, quando inaspettatamente arriva nella sua vita una scintilla di speranza che riporta luce nella sua esistenza. Purtroppo la viltà della società umana lo priverà nuovamente della sua gioia. Questa volta però non è disposto ad accettare compromessi: il vecchio lupo esce rabbioso dalla sua tana. Nessuno sarà più al sicuro e nulla sarà scontato.

  • img-book

    Io non ho un sogno di: Fabio Bacile Di Castiglione

    Strutturato per lo più sotto forma di dialogo, Io non ho un sogno è un romanzo «istintivamente “filosofico”»: così lo definisce il noto critico letterario Renato Minore, autore della Prefazione dell’opera stessa.
    La trama vuole suggerire all’immaginazione del lettore il tentativo di esistenza di Diego, appena diplomatosi e in cerca della sua strada.
    Quasi nulla viene narrato: la storia si legge attraverso i pensieri e le parole del protagonista e degli altri personaggi.
    Le difficoltà di comunicazione con la famiglia, l’idealizzazione del padre e la conseguente uccisione del suo mito, le amicizie sbagliate e l’angoscia per il proprio futuro porteranno il giovane a rifugiarsi nell’alcol e nella droga, rifuggendo la vita. Ma l’amore, la bellezza e l’incontro con la saggezza di un misterioso personaggio lo condurranno per un cammino iniziatico verso la rinascita.