Visualizza 21–40 di 177 risultati

Ordina per:
  • img-book

    Come sparire completamente di: Fabio De Roberto

    Tre racconti ambientati in una misteriosa e bizzarra città, nella quale i nomi degli abitanti e i toponimi sono ridotti alle sole iniziali.
    Nel primo, La strada più breve per andarsene via, il protagonista-narratore è un investigatore alle prese con il pedinamento di uno strano personaggio, ma viene ostacolato da una serie di eccentriche figure.
    In Ispirazione è uno scrittore in crisi creativa che vede fuori dalla finestra una giovane donna. Rimane colpito e ne fa la protagonista di un suo racconto. Ma presto le sue certezze saranno sconvolte.
    In Come sparire completamente, l’io narrante ha dimenticato il proprio nome e trascorre la notte in giro per la città cercando qualcuno che possa aiutarlo. Si troverà coinvolto in una sorta di sciarada illusionistica, da cui cercherà disperatamente di fuggire.

  • img-book

    Come spighe di grano di: Dino Cencio

    Giugno 1944: la campagna di Fabriano è insanguinata dalle stragi dei nazisti durante la ritirata dall’Italia. L’armistizio dell’8 settembre del 1943 tra l’Italia e gli Alleati anglo-americani, aveva scatenato le ire di Hitler, che aveva giurato di dare una dura lezione ai traditori italiani. Nel Fabrianese, dove sono presenti formazioni partigiane, moltissimi civili innocenti, per lo più contadini, perdono la vita trucidati dalla furia nazista. L’eccidio della famiglia Baldini, di cui tratta questo racconto, si è perpetrato di fronte alla capanna degli attrezzi della loro casa di campagna. Furono uccisi sei uomini, di cui quattro appartenenti a quella famiglia. Due riuscirono miracolosamente a salvarsi. La storia di questi eccidi si basa sulla testimonianza diretta dei sopravvissuti.

  • img-book

    Con gli occhi dell’amore di: Letizia Antinolfi

    Con gli occhi dell’amore è un romanzo che narra la storia di Giacomo, un ragazzo cieco, nato con la rabbia e la solitudine nel cuore, la cui vita verrà stravolta da una donna sconosciuta che si trasferirà nel suo stesso condominio.
    Sentendosi per tutta la vita respinto dagli altri e da suo padre, scappato di casa quando era solo un neonato, passa la maggior parte del tempo da solo, finché un giorno la madre lo costringe a far visita alla nuova vicina, Amelia. Inizialmente lui sarà schivo con lei, ma non appena la conoscerà meglio si ricrederà.
    Un incontro casuale si trasformerà in un rapporto indissolubile che porterà entrambi a conoscere meglio loro stessi e, anni dopo, alla rivelazione di un segreto che la madre di Giacomo ha cercato disperatamente di nascondere al figlio. Nel momento in cui la verità sarà svelata, il ragazzo, diventato uomo, dovrà fare i conti con il passato per affrontare nel presente la sua paura più grande: amare.

  • img-book

    Corti di mare di: AA.VV. a cura di G. Atzori

    Davide Apollonio, Graziella Atzori, Maria Teresa Atzori, Michele Bava, Roberto Coccolo, Liliana Grappasonni, Giorgio Micheli, Patrizia Pallotta, Lidia Pizzo, Cinzia Platania, Nunzio Platania, Paolo Radivo, Nadia Semeja: tredici scrittori raccontano la metafora del mare, l’attraversata della vita: dalla nascita alla morte e oltre, fino all’eternità. Mare come infinito. Il libro consta di più sezioni, oltre ai racconti comprende brevi saggi, fra i quali un commento alla poesia Ulisse di Saba, la rivisitazione di Conrad e di Salgari.
    Si entra nel mare della Storia con la strage sulla spiaggia di Vergarolla, in Istria, e con il ricordo della traversata su una “nave bianca”, dall’Africa all’Italia, durante la Seconda Guerra Mondiale.

  • img-book

    VOLUME I

    Stana, una zingara russa dagli occhi color ghiaccio e i capelli color dell’ebano. Una storia ambientata negli anni della seconda guerra mondiale. Una ragazza da sempre ripudiata e tormentata a causa delle sue origini. Il regime non accetta nessuno che sia minimamente diverso dal suo prototipo di razza ariana. Una trama toccante dalle linee profonde e pervasa da emozioni reali. Un racconto femminile a cuore aperto. Stana conoscerà tanti diversi sentimenti e numerosi stati d’animo nella sua vita, ma alla fine riuscirà a conoscere anche il vero amore. E questo amore sarà capace di vivere al di sopra delle forti ferite e incancellabili cicatrici che la vita le ha dato? Stana riuscirà a credere nonostante tutto nell’amore e a renderlo immortale superando ogni tipo di distanza? Scopriremo che anche un piccolo pezzo del nostro cuore è zingaro come quello della protagonista di questo romanzo. Una storia di emancipazione femminile dalle tinte moderne pervase di realistica speranza.

    …nascondeva la magia di una strega


    5 di 5
    Cuore zingaro – Vol.1 Amore a prima vista di: Francesca Ghiribelli

    VOLUME I

    Stana, una zingara russa dagli occhi color ghiaccio e i capelli color dell’ebano. Una storia ambientata negli anni della seconda guerra mondiale. Una ragazza da sempre ripudiata e tormentata a causa delle sue origini. Il regime non accetta nessuno che sia minimamente diverso dal suo prototipo di razza ariana. Una trama toccante dalle linee profonde e pervasa da emozioni reali. Un racconto femminile a cuore aperto. Stana conoscerà tanti diversi sentimenti e numerosi stati d’animo nella sua vita, ma alla fine riuscirà a conoscere anche il vero amore. E questo amore sarà capace di vivere al di sopra delle forti ferite e incancellabili cicatrici che la vita le ha dato? Stana riuscirà a credere nonostante tutto nell’amore e a renderlo immortale superando ogni tipo di distanza? Scopriremo che anche un piccolo pezzo del nostro cuore è zingaro come quello della protagonista di questo romanzo. Una storia di emancipazione femminile dalle tinte moderne pervase di realistica speranza.

     

    …nascondeva la magia di una strega

  • img-book

    C’era una volta un padre di: Simona Genovali

    Sono anni che Viola non parla più con suo padre, un membro del corpo diplomatico inglese a Washington. Proprio durante la sua permanenza nella città statunitense, in una fumosa sala di biliardo di periferia, la ragazza lo scorge. In lei si riaprono vecchie ferite e si riaccende il ricordo della madre, morta anni prima. Viola inizia così un viaggio tra l’Italia, dove la ragazza vive, gli Stati Uniti e il Canada, alla ricerca delle figure importanti della sua vita. Nel frattempo, suo padre è incaricato di indagare sul furto di un antico dipinto, rubato all’ex ambasciatore britannico. Sarà l’occasione per fare i conti con il passato e superare quel dolore lacerante che aveva spezzato il loro rapporto.

  • img-book

    4.4 di 5
    Dalla Passione alla rabbia di: Daniele Contucci

    Esiste una morsa che schiaccia chi non vuole stare nel calderone della reticenza. C’è chi ha voluto (e ancora vuole) schiacciarmi, umanamente e professionalmente. Ha avuto piccole vittorie, questo è vero, ma non mi ha sconfitto. E questo vuol dire che, la Libertà, è uno spazio concesso solo a chi è capace di resistere.

  • img-book

    Dalla piccola Beirut alla piccola Vienna di: Athena Raco

    Il racconto cardine di questo libro è “Dalla piccola Beirut alla piccola Vienna”, e intorno a questa storia, come se fosse un quadro, gli altri due racconti fanno da cornice.
    La rivoluzione è protagonista di tutti e tre i racconti: tuttavia, mentre in “Dalla piccola Beirut alla piccola Vienna” il rivoluzionario trova terreno fertile per il suo animo in fiamme, negli altri due si esaurisce in un anelito che rimarrà irrisolto.
    La vita di un uomo nel profondo Sud Italia, Calabria. La vita di Girolamo, detto Mimmo, da quando nasce fino ai suoi cinquant’anni, che si dipana in una continua ricerca per l’affermazione del bene comune, in una alternanza di lotte e delusioni che saranno il riflesso della storia italiana dal Dopoguerra a oggi.

  • img-book

    5 di 5
    Dallo stesso ventre di: Alessandro Cirigliano

     

    Genova: Sara giace stesa sul pavimento, madida di sudore.

    Ha ventisette anni e dalla nebbia dei pensieri emerge suo fratello Lorenzo, che le è sempre stato accanto da quando, in giovane età, un dramma familiare li costringe a cavarsela da soli e le loro esistenze si intrecciano fra tenere memorie del passato e assaggi di serena quotidianità, ognuno alla ricerca di un modo per alleggerirsi di quel peso. Un romanzo insieme dolce e crudele, un inno alla vita per come dovrebbe essere. E per come la realtà decide che sia.

    Ci sono cose che un fratello e una sorella non saranno mai capaci di dirsi. A meno che non sia già troppo tardi.

    Rosso. Il colore denso che si vide sui polpastrelli.

    Roba di un attimo, un solo istante di debole coraggio che Sara sfruttò per distogliere lo sguardo dal soffitto e lanciare un’occhiata rapida alla mano. “La paura è un’emozione primaria”, aveva letto. Ma si esaurisce nell’istinto di sopravvivenza.

    Dalla nebbia dei pensieri emerse il suo foulard preferito. Rosso. L’aveva indossato la sera del suo debutto al New Orleans, diversi anni prima. Una di quelle pennellate da artista che solo le donne sanno tracciare, una frazione di secondo prima di aprire il guardaroba. Lasciando che l’emozione si sciogliesse nella seta delle sue corde vocali, aveva subito individuato Lorenzo. Nascosto, in disparte. Eppure in risalto tra la folla.

    Era sempre stato al suo fianco, Lori. Non l’aveva trascurata un solo istante, inibendo ogni accenno di ambizione, precludendosi ogni velleità in favore di quelle di lei. Al locale si presentava quasi sempre senza preavviso. Giusto per vederla esibirsi. Sara gli sorrideva dal palco, nel bel mezzo della performance. E lì in fondo, appoggiato al bancone del bar, lui ricambiava sollevando il bicchiere come a condividere un brindisi. A volte non riusciva ad attendere la fine del concerto. Le indicava l’orologio al polso e se ne andava, destinato a raggiungere quell’aereo che lo avrebbe riportato a un mondo intero di distanza da lei.

  • img-book

    Decomposizione Prematura di: Federico Bottoni

    «Ci sono cose che sarebbe meglio non vedere e non conoscere: una di quelle sono io. Ho contratto una malattia unica e devastante che non ha ancora
    nome. Io la chiamo: decomposizione prematura».

  • img-book

    Direzione inversa di: Letizia Dimartino

    Un diario lungo una vita, con oggetti pensieri malattie luoghi persone genitori ricordi Sicilia.
    Un tempo che sembra non finire e che finirà invece nella malinconica constatazione che è un mondo forse già scomparso, fermo nel pensiero, privo del verso ma anche poesia. Ironia e sofferenza, momenti di solitudine e di stupore, raccontati giornalmente, con le stagioni che cambiano e i decenni che si rincorrono.
    Con la nostalgia e pure la crudeltà del presente. Una prosa poetica, perché ho sempre fatto poesia e adesso mi accosto ad un genere diverso, suddividendo per temi e quadri gli affreschi di scrittura.

  • img-book

    Dominio di: Andrea Barricelli

    Siamo nel futuro. Un devastante conflitto nucleare, scatenatosi fra due blocchi di Stati, ha riportato l’umanità indietro di secoli, condannandola a un secondo Medioevo. Dieci anni dopo la catastrofe, sul martoriato pianeta si combatte ancora fra le due fazioni: il Dominio e la Ribellione. L’esito della guerra e i destini del mondo appaiono legati alla leggenda di Gaia, il mitico Potere della Terra, che potrebbe rivelarsi un’arma misteriosa in grado di cambiare le sorti del conflitto.

  • img-book

    Domitilla e Iulia di: Laura Lovecchio

    Domitilla, giovane dòmina, lascia Roma per seguire il marito a Venosa dove questi possiede estese fattorie. La vita di Domitilla si svolge parallelamente a quella di Iulia, sua sorella, di Mamia, una cara amica, di un duumviro di Venosa e di altri personaggi.

  • img-book

    Dotto’ di: Luca Malusardi

    Luca era stato incaricato della gestione del personale in una fabbrica logora e consunta, consumata dagli anni e dai turni di lavoro. Aveva accettato la sfida.
    Non era facile e lo sapeva bene, ma secondo Luca non era un’impresa impossibile: tutto stava nel trovare un punto di equilibrio.
    E invece si trovò a misurarsi con un meccanismo fragile, imprevedibile e maledettamente complicato.
    Da una parte trovare un’intesa con il peggiore dei sindacalisti, un tipo rimasto agganciato alla polvere bianca, ma fanatico come lui dei testi dei Gang, dall’altra l’arrabattarsi tra riunioni, scioperi a tradimento e orari allucinanti per trovare il suo spazio da dedicare all’allenamento per il triathlon, rituale sacro per chi vuol fare un Ironman.
    Il finale è come la prima onda forte nella frazione di nuoto, soverchia ogni tattica, ogni aspettativa.

  • img-book

    Dove la terra finisce e il mare comincia di: Chiara Alaia

    Anita Cortese, giovane giornalista italiana, si trova in Portogallo per rintracciare la madre naturale, che non ha mai conosciuto. In una taverna di Porto la donna incontra Manuel Ferreira Arrìaga, un marinaio lisboeta in pensione, che ha perso sua figlia Paula in circostanze poco chiare. Manuel si propone di aiutare Anita nella sua ricerca e le offre ospitalità nella capitale. Nel frattempo Julio Fernandes, il detective incaricato del caso Arrìaga, sta indagando ostinatamente sulla morte di Paula, che è convinto non sia stata accidentale. Sospettando di Manuel, Julio avvicina Anita e stringe amicizia con lei. Mentre il destino intreccia storie e personaggi sullo sfondo suggestivo delle strade di Lisbona, Julio e Anita si avvicinano un passo per volta alla verità.

  • img-book

    Due secondi di troppo di: Andrea Mauri

    Beatrice è una veggente. Antonello, suo figlio, l’accudisce da anni in clinica. Lui trascorre le giornate aiutandola a ricordare. Lo fa a modo suo. Si improvvisa attore, organizza scenette, le rammenta le riunioni con le amiche a leggere i tarocchi, gli spettacoli alla tv in bianco e nero, le vacanze insieme, gli amori, le delusioni. SINOSSI SITO Beatrice è una veggente. Antonello, suo figlio, l’accudisce da anni in clinica. Lui trascorre le giornate aiutandola a ricordare. Lo fa a modo suo. Si improvvisa attore, organizza scenette, le rammenta le riunioni con le amiche a leggere i tarocchi, gli spettacoli alla tv in bianco e nero, le vacanze insieme, gli amori, le delusioni. Gabriele, il neurologo, segue questo caso. Si innamora di Antonello, ma è un’attrazione frenata dal suo ruolo di medico. Vede in Antonello una via di fuga. Lui però non lo incoraggia. Antonello si confida con la cugina Silvia. Lei è molto unita a lui e alla zia, che le ha promesso di trasmetterle i poteri da veggente. In una realtà precaria, come quella della clinica degli smemorati, Antonello decide di svelarsi: vuole mostrare alla madre chi è realmente. Forse non sarebbe necessario: lei è una veggente. Ma suo figlio è convinto che esistano lati nascosti della personalità, irraggiungibili persino a chi è dotato di poteri soprannaturali.

  • img-book

    E così sia di: Simone De Rossi

    Una serata come tante, la solita cena tra pochi amici intimi. Tutto si svolge in casa di Sara e Matteo, in un ambiente elegantemente sobrio, incorniciato da centrini e vasi con fiori profumati. Tutto sembra scorrere lineare, secondo un canovaccio accuratamente scritto e dettato dalla loro routine. Sei amici, perfettamente a loro agio, interagiscono in un’armonia “perfetta”: stucchevole, bigotta. Il salone è palcoscenico di invidie reciproche, di desideri inappagati, di fantasmi dell’inconscio, di vere e proprie crisi personali, e verità nascoste soffocate da quel loro perbenismo.

  • img-book

    5 di 5
    Ed in giorni di gran lunga più felici di: Mauro Denozza

    Una notizia appresa casualmente al TG della sera

    …ed in giorni di gran lunga più felici, la vita tranquilla di un uomo riceve una forte impennata. Un incontro casuale, a poco a poco, si trasforma in un vortice che sembra trascinare il protagonista sempre più in basso…

    Sarà soltanto un incontro finale a rivelare tutta la verità.

    A volte sembra proprio che facciamo di tutto per correre a occhi chiusi e braccia spalancate verso il baratro. Una folle corsa a fari spenti nella notte, la nostra notte interiore

    Io sono un vigliacco. Un vigliacco e un imbecille. Lo sono sempre stato. Ecco, a ben considerare le cose mi rendo conto che questo è tutto quello che c’è da dire. Dunque, potrei benissimo fermarmi qui e magari riprendere a fare il giochino, un solitario, che stavo facendo qui al computer, prima di andare di là per sentire le notizie del telegiornale. E invece no. Adesso non posso più. Adesso ho dentro un tale groviglio di cose che se non provo subito a fare qualcosa sento che potrei anche impazzire. Per questo prevedo che andrò avanti a scrivere parecchio. Anche tutta la notte se necessario. Anche domani se necessario. Insomma tutto il tempo che serve per tirare fuori tutto, tutti i fatti di questi ultimi giorni e sforzarmi di dare voce fino all’ultimo filo di emozione.

  • img-book

    Equilibri precari di: Angela Flori

    Piccoli testamenti di gente in fuga. Diciassette tasselli in cui l’autrice racconta la vita.
    Una madre pronta a uccidere pur d’accudire il figlio, una figlia incapace di guardare davvero sua madre, due uomini sospesi insieme nel vuoto, una ragazza che ha attraversato due vite…
    Scrivere è facoltà di memoria per non lasciare indietro nulla di sé e del proprio mondo, sempre sospeso tra equilibri faticosamente costruiti e tuttavia precari.

  • img-book

    Era un appassionato di arcobaleni di: Riccardo Redivo

    Un edicolante racconta la sua vita, fatta soprattutto di amici. Molto presto però i personaggi prendono voce, bloccano brutalmente il narratore coinvolgendo narratore, lettore e se stessi. I personaggi cercano in tutti i modi di farsi sentire, innescando le più disparate strategie di comunicazione: coinvolgendo una lettrice, proponendo un test psicologico sui generis – con riflessioni, massime e alcuni racconti – dando voce ad altri narratori, riportando un diario sentimentale intervallato dalle loro battute più o meno umoristiche. Alla fine, ad avere la meglio, sarà il narratore, che però, in un’agnizione parzialmente suggerita nelle trame dell’opera, si scoprirà essere un’altra cosa.
    La scelta del titolo è un’idea di Antonio Moresco.