• img-book
    Quarta di copertina

    Francesco Delle Donne

ISBN:978-88-854-5243-5

La città morta

di: Francesco Delle Donne
5 su 5 basato sul voto di 1 cliente
1 recensione dai clienti

Ercolano, la città morta, a breve distanza dagli Scavi. La città morta: gli abitanti di quelle terre sono abusivi: fantasmi privi di un comune orizzonte, intrappolati in un caotico bacino di ristagno. Enzo cresce a Ercolano, a breve distanza dagli Scavi. A Enzo non mancano il coraggio e l’ambizione per strapparsi a quel fango rappreso. Spicca […]

  • €12.90
  • €12.90
  • €12.90
  • €12.90
Chiudi
Incontro con l’autore
avatar-author
Francesco Delle Donne è nato a Napoli nel 1976 e vive a Torino. Nel 2016 ha vinto il Premio InediTO con il racconto Spina‘e rosae Nazione Indiana ha pubblicato La consistenza del cane (Les nouveaux réalistes). Nello stesso anno, altri suoi racconti sono apparsi sulla rivista Carie letterarie. Nel 2017 ha esordito con la raccolta di racconti I dùrmienti Vai al suo sito  
Libri di Francesco Delle Donne
Copertina La città morta
Per saperne di più
Informazioni su questo libro
Panoramica

Ercolano, la città morta, a breve distanza dagli Scavi.

La città morta: gli abitanti di quelle terre sono abusivi: fantasmi privi di un comune orizzonte, intrappolati in un caotico bacino di ristagno. Enzo cresce a Ercolano, a breve distanza dagli Scavi. A Enzo non mancano il coraggio e l’ambizione per strapparsi a quel fango rappreso. Spicca il volo verso una carriera formidabile, in qualità di Vulcanologo. La sua scelta ha un prezzo: la rinuncia ai legami familiari, alle amicizie d’infanzia e ai sentimenti che intralcerebbero il suo cammino. Presto Enzo tornerà per fare i conti con le sue radici. Non immagina che quel rientro lo porrà di fronte alla scelta più drammatica della sua vita, a soli tre giorni dalla grande eruzione.

Nessuno, neppure quel giorno, si sarebbe salvato.

Nell’enorme cimitero di Ercolano non erano pietrificati corpi ma gesti, intenzioni, parole d’odio e d’amore. In quella gigantesca catacomba moderna, svelata con forza alla luce del sole e distante appena pochi metri dagli antichi scavi. Nei loro parchi. Nelle loro strade, nell’odore delle melanzane a funghetto e dei friarielli con i pezzi di salsiccia arrostita, nel bucato fresco di donna Carmela e negli allucchi isterici di Pasqualino, nella televisione accesa su “Un posto al sole” dalla nonna di tutti. Nella coca tagliata in bustine da mezzo grammo con lucida attenzione da un ragazzino di dieci anni chiamato ‘O curto. Non era pietrificata la morte. Al più, era cristallizzata la vita.

Dettagli

ISBN: 978-88-854-5243-5
Editori: Il Seme Bianco
Data Pubblicazione: 2017
Pagine: 116

  1. :

    5 di 5

    Bella scrittura e trama di sicuro impatto. In diversi momenti è addirittura spassoso. Ma è il finale a sorprendere di più: davvero agghiacciante. Questo libro è una bellissima scoperta!